Pianeti

Tecnica mista su tela, 2021

Nella serie dei Pianeti (2021), l’autrice indaga la natura geologica delle superfici, che acquistano una matericità sempre più corposa, dando vita ad opere di medie e grandi dimensioni che da un dato scientifico, risalgono la linea della trascendenza. Difatti, tutti i fisici che si occupano dell’infinitamente grande (l’astrofisica, i grandi segreti dell’universo, i buchi neri, gli universi paralleli) o dell’infinitamente piccolo (le particelle subatomiche, i quanti) arrivano ad un certo punto ad un confronto-scontro con Dio, con il trascendente, con la filosofia. Ma a differenza degli anni precedenti, molti più scienziati  oggi si stanno permettendo il lusso di restituire alla spiritualità il posto di interlocutore della scienza e non di nemico ed antesignano di essa. Il lavoro di Margherita tenta proprio di indagare questo confronto e di tradurlo in una tecnica mista fra il pittorico e lo scultoreo in costante evoluzione.